V. M. M. YEO WAMS OM




Ritratto dipinto da Eric Urquidi Lopez. (1.996)

Un Maestro non è cortigiano delle religioni, è il suo GIUDICE.

Essere cortigiano delle religioni è più vile che essere cortigiano del CAPITALE

IL MAESTRO non segue le insegnanze di tale o quale religione, le conosce, le ha vissuto e le ha esperimentato.

Gli incapaci di esperimentare la verità cercano una filosofia, una “scienza”, o una religione. Questo risulta domestico, inseguono la virtù dei comodini, dei concubini, sono doni per la morte.

IL MAESTRO non segue le lettere morte delle scritture sacre, tutto l’opposto, le VIVE.

Il vero MAESTRO, non segue nessuna religione. Il Maestro conduce, guida ed orienta ai religiosi, E’ un’uomo superiore, va più in là del tempo, dello spazio e più in là dell’eternità.

All’uomo l’hanno fatto i DEI. IL MAESTRO si fa in DIO. IL MAESTRO E’ UN DIO. DIO E’ NEL MAESTRO.

La stella di BELEN annuncia la nascita del MAESTRO.

Non c’è contradizione possibile nei Maestri di coscienza SVEGLIA.

Loro SONO LA VERITA’.

IL VERBO dalle sue labbra è luminoso, igneo, reale; se li potrebbe decapitare quale Giovanni il BATTISTA, ma in LORO continuerà il Verbo.

Il MAESTRO E’ prima del suo tempo, ed E’ nel suo tempo, e va più in là del suo tempo, starà più avanti della scienza del secolo, e nella coscienza del milenio.

E’ dal MAESTRO che gli Iniziati si orientano e da Egli si guidano gli aspiranti alla LUCE e alla VERITA’.

YEO WAMS OM = Juan

VERBO CHE REALIZZA = Verbo fatto carne

ROSA CROCE = Verbo fatto uomo

IL MAESTRO = L’uomo

Il ROSACROCE è il frutto di molteplici purificazioni, incessanti riflessioni, angustiose prove e sopraumani sacrifici.

Il ROSACROCE è solo nel tempo e l’eternità, e va più in là del tempo e dell’eternità... Non come una pecora, ma come un luminare davanti alla quale si scoprono reverenti le anime assetate di Luce.

La sua parola è un messaggio di guerra e solitudine.

E verso EGLI si orientano gli scelti, calpestando i crani scaldati di moltitudini, di cervelli senza Luce.

Verbo che comanda, parola che ubbidisce:

FARE LA VOLONTA’ DEL PADRE.

Suprema e massima universale che fa fiorire il Verbo fecondo delle sue labbra fatto carne, fatto fuoco, fatto LUCE.

Chi è Juan? Juan è solo un’UOMO, un’uomo che soffre, tace ed ama, un’uomo di cui la coscienza d’amore si infiamma.

Juan è un’UOMO di cui il nome dice tutto e dice niente.

Chi è il Maestro? Cos’è un Maestro?

Il Maestro... Un MAESTRO è: JUAN.

JUAN, di cui il verbo, fecondo come semente divina, semina nelle coscienze dormite il germe di uno Svegliare.

JUAN... IL VERBO... YEO WAMS OM

Il Verbo è Vita... La teoria è morte.

La vita si traduce nei FATTI.

Le teorie hanno le sue tombe: Le Biblioteche.

I fatti si cristallizzano nelle opere. OPERE.

La realizzazione intima in ognuno degli aspiranti al cetro, sarò opera dai suoi intimi sforzi.

YEO WAMS OM: Lo sconosciuto.

Chi può riconoscere a un Maestro del Fuoco? Il Maestro E’.

Le moltitudini non lo conoscono, neanche l’accettano... e questo.. Che alla coscienza? Che al Maestro?  
Che agli Dei?

Come potremmo presentare al Maestro? Il Maestro E’.

Come potremo prologare l’insegnanze della Loggia Bianca?

Il Maestro è, e l’insegnanza bisogna viverla.

L’insegnanza vissuta non ha bisogno di essere prologata.

Il Fuoco e la Luce, non hanno bisogno di prologhi.

Il simbolo della Rosa e la Croce racchuidono il Fuoco e la Luce divina di cui il valore e luminosità solo possono essere vissute nella pratica, e dalla praxis alla realizzazione va il valoroso verso il MAESTRO INTERNO.

Tutto reale aspirante all’iniziazione, debe cercare al suo PADRE CHI DIMORA IN SEGRETO. La ricerca si inizia con l’applicazione pratica della sapienza esoterica, dell’ORDINE ROSACROCE.

Fto.: V. M."OM" San Paolo, 30-01-1981.